Il presidente Giorgio Napolitano accolto dai bambini ieri a Biella prima del suo ingresso al teatro Sociale.

(r.r.)L’accoglienza dei biellesi al presidente Giorgio Napolitano, ieri a Biella in una delle tappe italiane per ricordare il 150° anniversario dell’Unità, è stata calorosa. Ma particolarmente allegra e partecipata è stata quella riservata al presidente della Repubblica dai bambini, che lo hanno pazientemente atteso in piazza Martiri, prima del suo ingresso al teatro Sociale. E di questa accoglienza Napolitano è stato felice, tanto da fermarsi per stringere le mani dei bambini e dei loro insegnanti e per scambiare qualche parolo con loro.

«Il vostro entusiasmo mi dà la forza di andare avanti in questo momento di pesante crisi» ha detto il capo dello Stato aggiungendo poi una richiesta del tutto particolare, quella di una tessera: «Mi trovo a Biella, patria da sempre di tessitori; e poichè io in questo momento mi ritengo un tessitore di unità, mi sento vicino ai voi e per questo mi piacerebbe avere anche la vostra tessera».