Dopo essere entrata nella classifica delle dieci città più green d’Italia per Biella (il cui territorio comprende l’Oasi Zegna) arriva un altro importante riconoscimento: è stata ufficialmente designata Città Alpina dell’anno 2021 ed entra così a far parte di una rete transfrontaliera che ha la finalità di attuare la Convenzione delle Alpi e uno sviluppo sostenibile. Ricordiamo anche che nel 2019 aveva ottenuto il titolo di Città Creativa UNESCO. “Entrare a far parte di una rete internazionale, con altre città alpine, rappresenta per Biella uno stimolo e un’opportunità per continuare sulla strada dello sviluppo sostenibile – è il commento che il sindaco Claudio Corradino ha rilasciato al sito News Biella – Siamo convinti che la cooperazione, il confronto e gli obiettivi inseriti nell’agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile possano essere punti di riferimento per lo sviluppo del nostro territorio”. Attualmente aderiscono alla rete 18 città dislocate tra Slovenia, Germania, Austria, Svizzera, Italia e Francia. Biella (2021) è la nona città alpina italiana dell’anno dopo Morbegno (2019), Bressanone (2018), Tolmezzo (2017), Lecco (2013), Bolzano (2009), Sondrio (2007), Trento (2004) e Belluno (1999).