Publycom

Questo utente non ha condiviso alcuna informazione biografica


Post di Publycom

La sedia di Lulù

La forza di un legame prezioso e straordinario tra un cane e la sua padrona disabile, un inno alla vita e al bene. È il tema centrale del libro La sedia di Lulù” di Marina Casciani e Alessandra Santandrea che verrà presentato giovedì 21 novembre, durante la serata organizzata da Città Studi Bielle e la Cooperativa Sociale Domus Laetitiae. Alessandra Santandrea, accompagnata dalla sua fedele Lulù, racconterà la sua esperienza di rinascita – dopo un incidente stradale – grazie al suo cane da supporto. Con la vicinanza di Lulù, Alessandra riesce a superare ostacoli e barriere, pregiudizi e silenzi, paure e senso di solitudine. Tanto da essere la prima ragazza diversamente abile a svolgere gare di obedience a livello agonistico in Italia. Oggi Alessandra è Vice Presidente dell’Associazione Chiaramilla, dove lavora come istruttore cinofilo e collabora a progetti di Pet Therapy. “Mai, però, avrei creduto potesse esistere una forma d’amore – racconta Alessandra – in qualche modo diversa dalle altre, ma così potente, incontaminata e preziosa, della quale oggi so che non potrei più fare a meno. Colpa o meno della mia disabilità averla incontrata. Lei si chiama Lulù”. Durante l’incontro, Marina Casciani presenterà l’Associazione Chiaramilla di Santa Maria Codifiume (Fe). ChiaraMilla è un’Associazione di promozione sociale e sportivo dilettantistica nata allo scopo di far conoscere e diffondere le Tecniche di Terapie ed Attività Assistite dall’Animale (Pet Therapy) che intervengono a migliorare il benessere di persone costrette a vivere disagi di vario genere. Introduce e modera la serata ilProf. Marco Cattaneo, psichiatra docente universitario presso la sede di Città Studi Biella, il quale affronterà il tema degli Interventi assistiti con gli animali. Queste attività sono cure non farmacologiche con l’impiego di animali da compagnia a beneficio dell’essere umano che vive in una condizione di disagio di vario genere. Oltre ad essere portatore di numerosi effetti benefici all’uomo, come diversi studi hanno dimostrato, la Pet Therapy va ad intervenire nella sfera del disagio, ed ha come obiettivo principale il miglioramento della qualità della vita. Da qui il concetto di “cura non farmacologica”. Interverrà inoltre Paolo Roncati, operatore di Pet Therapy alla Domus Laetitiae di Sagliano Micca (BI), che illustrerà alcune esperienze. L’incontro, ad ingresso libero, si terrà nell’auditorium di Città Studi alle ore 20.45. Per ogni ulteriore informazione è possibile contattare la Biblioteca di Città Studi Biella, in Corso G. Pella 2b, telefonando al numero 015 8551107, scrivendo all’indirizzo email: biblioteca@cittastudi.org

Un’ultima escursione nella Brughiera

Nel weekend 16 – 17 novembre le guide naturalistiche dell’Oasi Zegna, in una programmazione straordinaria di uscite allestita per via delle molte richieste ricevute, accompagneranno i visitatori in escursioni guidate su itinerari adatti a tutti, camminando tra i boschi secolari della Brughiera, zona particolarmente ricca di castagni, che in autunno sfoggiano una tavolozza di tonalità calde del giallo, arancio e marrone. A fine escursione, sarà possibile visitare il Santuario mariano Nostra Signora della Brughiera (XV e XVII sec), fra i più importanti del Piemonte. Un’occasione da non perdere per godersi tutta la meraviglia del foliage.

Città Studi Biella: una risorsa preziosa per il territorio

Un momento della conferenza di presentazione dei dati

La crescita di un territorio passa attraverso lo sviluppo sia formativo che innovativo. Questi sono gli assi portanti dell’intero comparto sociale ed economico. Per essere più competitivo un territorio ha bisogno di competenze e di strategie precise. Città Studi SpA a Biella lavora per realizzare il vantaggio competitivo del territorio, formando persone e realizzando progetti intorno ai quali ruotano gli scenari economici. Nel 2018 Città Studi SpA ha registrato numeri importanti relativi al flusso economico locale: circa 7,5 milioni di euro è la stima della ricaduta economica in termini di risparmio e valore economico generato sul territorio locale, un risultato che testimonia la capacità di tradurre le idee in azioni a beneficio del sistema socio-economico biellese. E che spiega come Città studi SpA sia una risorsa importante per tutto il territorio. Ma l’impatto sociale di Città Studi SpA sul territorio va ben oltre la semplice realtà espressa da questi numeri. Il polo biellese ha saputo proporre percorsi formativi d’eccellenza, che hanno fatto la differenza per migliaia di persone, consentendo di formare profili in risposta a specifiche esigenze aziendali. La collaborazione con importanti Atenei del Nord Italia e la creazione di un network di imprese nazionali e internazionali hanno contribuito a rendere Città Studi SpA un motore di crescita del territorio biellese e un punto di riferimento in particolar modo per il settore tessile. Infatti, nel 2018, Città Studi SpA è stata riconosciuta come uno dei 10 campus più innovativi a livello nazionale.Nonostante la crisi economica e il calo demografico che hanno colpito il sistema universitario nazionale, Città Studi SpA ha mantenuto risultati costanti, confermandosi un polo formativo di riferimento non solo per il Biellese. Sede di 4 Atenei, con otre 1.050 studenti attualmente iscritti ai 6 corsi di laurea e ai 2 master, ha erogato 26 mila € di borse di studio. Al 57% di studenti biellesi, si affianca il 28% di studenti provenienti da altre Province del Piemonte, l’8% da altre Regioni di Italia e il 7% dall’estero. Anche nell’ambito della formazione professionale (per giovani, disoccupati e occupati), Città Studi SpA ha fatto la differenza per il territorio, con un trend di sviluppo che registra 12.000 ore erogate a 2500 studenti per 200 corsi professionali diurni e serali, la maggior parte dei quali gratuiti, in quanto finanziati dalla Regione Piemonte. E con dati occupazionali interessanti che registrano un 52% di inserimento nel mondo occupazionale nei primi mesi dal termine dei corsi relativi alla direttiva del mercato del lavoro. Attenzione particolare si è dedicata al progetto Academy che è stato presentato nel 2018 e che rappresenta un modello formativo business oriented, unico nel panorama nazionale, attraverso il metodo fast lane per rispondere direttamente a specifiche esigenze aziendali riducendo così il livello di disoccupazione e dell’abbandono scolastico. Altro aspetto significativo è l’area culturale, rappresentata dalla biblioteca del polo formativo, che vanta 14.000 tesserati complessivi di cui quasi 2.000 solo nel 2018. Ne fanno da cornice varie mostre che hanno richiamato molti visitatori provenienti anche da lontano, grazie agli spazi gratuiti che Città Studi SpA concede agli artisti del territorio e all’unico riconoscimento letterario in Italia capace di indagare i rapporti tra il mondo letterario e quello produttivo, come il Premio Biella Letteratura e Industria, giunto alla 17° edizione. Non c’è crescita senza innovazione e non può esserci innovazione senza ricerca. Città Studi SpA è ente gestore del Polo di Innovazione Tessile – Po.in.tex, inserita per l’anno 2018 in un network che conta 10 partner di ricerca e sviluppo in tutta Europa, con un’adesione di 80 tra imprese e istituti di ricerca. Con Megaweb, Città Studi SpA è in prima linea nel processo di abbattimento della digital divide del territorio biellese. Non potendo accedere ai fondi strutturali destinati ai grandi provider, Città Studi SpA non ha lesinato sforzi, raggiungendo, attraverso la connessione a banda larga, anche i piccoli centri abitati che si trovano nei punti meno agevoli delle vallate. Oggi vanta una copertura wireless del 95% del comprensorio biellese con 6.600 utenze registrate. Inoltre, data l’attenzione posta all’impatto ambientale, Città Studi SpA ha avviato il monitoraggio dei propri consumi energetici e delle relative emissioni di gas ad effetto serra. L’impegno per gli anni futuri sarà indirizzato a potenziare le attività in essere, a monitorare l’emergere delle nuove necessità del territorio e continuare ad operare in un’ottica costante di responsabilità sociale, economica ed ambientale. Città Studi è una grande opportunità, un’impresa che raccoglie e rilancia le sfide del territorio in termini di crescita umana e sviluppo economico della collettività che lo abita.