Publycom

Questo utente non ha condiviso alcuna informazione biografica


Post di Publycom

A Vercelli libri ed emozioni

A Vercelli e’ iniziata in questi giorni la seconda edizione della rassegna letteraria “OH un libro che fa…” questa volta dedicata all’Armonia, in tutti i sensi: armonia con se stessi, con gli altri, in gruppo, sul posto di lavoro, a scuola, in famiglia, con gli amici, con la natura. La particolarità fortemente innovativa della seconda edizione è il mix tra lettura e musica. La lettura del libro viene accompagnata con musica a tema nei numerosi laboratori ed appuntamenti, a creare una circolarità armoniosa, a ritmo di jazz e musica classica contemporanea. Oggi, martedì 17 dicembre, ore 21 , Piccolo Studio (Chiostro basilica Sant’Andrea), via G. Ferraris, 116: Barbara Ronchi Della Rocca presenta “Il Galateo dell’Amore: dal primo incontro alla convivenza, le buone regole per tutte le coppie di oggi”, Vallardi editore. Dialoga con l’autrice Giovanni Tesio. L’ARTE DEL SAPER VIVERE APPLICATA ALL’AMORE: il nocciolo della questione sta nel verbo amare, non nel fatto che l’oggetto sia una lei o un lui . Questo nuovo Galateo dell’Amore fa piazza pulita del pregiudizio che vede la buona educazione in contrasto con la spontaneità: chi lo crede non sa (o finge di non sapere) che la sensibilità e il rispetto – e quindi l’amore! – sono inscindibili dalle buone maniere, che nella vita a due non si identificano certo con l’etichetta o con le formalità, ma sono piuttosto un modo di essere, di rispettare l’altro rispettando se stessi. Mercoledì 18 dicembre, ore 21.00, Piccolo Studio (Chiostro basilica di Sant’Andrea)Via G. Ferraris, 116: Gianni Oliva presenta: Anni di piombo e di tritolo. 1969-1980. Il terrorismo nero e il terrorismo rosso da piazza Fontana alla strage di Bologna, Mondadori. Intervista a cura di Giovanni Tesio.Dal 12 dicembre 1969, quando esplode la filiale della Banca Nazionale dell’Agricoltura di piazza Fontana a Milano, fino all’assassinio di Roberto Ruffilli da parte delle Brigate Rosse il 16 aprile 1988, in Italia sono state uccise quasi quattrocento persone, e oltre mille ferite e rese invalide. Un libro per ricordare ciò che è stato ai tanti che l’hanno dimenticato e farlo conoscere a quelli nati dopo e cresciuti in una scuola dove la storia antica è molto più in onore di quella contemporanea: un contributo a fare i conti con il passato, in un paese dove è troppo facile rimuovere.

Città Studi Biella: in partenza i nuovi corsi gratuiti di Qualifica Professionale

A Città Studi Biella – nell’ambito Qualifica e Diploma Professionale – stanno per partire i nuovi corsi gratuiti per Operatore e Tecnico delle Produzioni Alimentari. Dalla seconda settimana di gennaio sarà aperta la finestra temporale sancita dalla circolare del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, per la pre-iscrizione on line all’anno formativo 2020/2021.
Città Studi Biella propone ai ragazzi che stanno ultimando la terza media il corso gratuito di Operatore delle Produzioni Alimentari: un percorso triennale che rilascia un attestato di Qualifica professionale valido per l’assolvimento dell’obbligo di istruzione.
Nello specifico, destinatari del corso sono i ragazzi dai 14 ai 24 anni che hanno completato il primo ciclo di istruzione (ovvero in possesso di licenza media), anche in apprendistato e privi di titolo di scuola secondaria di II grado.
Il corso mira a preparare i giovani al mondo del lavoro fornendo le competenze professionali per realizzare le diverse fasi di lavoro, dalla trasformazione e conservazione, fino al confezionamento e allo stoccaggio dei prodotti alimentari nel rispetto delle normative vigenti.
Ulteriore obiettivo è quello di far acquisire ai ragazzi le competenze trasversali e di cittadinanza indispensabili per inserirsi nel mercato del lavoro.
Il corso ha un monte ore complessivo di 2.970 ore (990 per ogni singola annualità) con frequenza obbligatoria dal lunedì al venerdì; è realizzato nell’ambito del sitema duale e prevede l’alternanza scuola lavoro, dal secondo anno sono infatti previsti dei periodi di formazione in azienda.
La fase di pre-iscrizione all’anno scolastico 2020/2021 termina il 31 gennaio 2020; entro tale data le iscrizioni dovranno essere effettuate alla pagina www.iscrizioni.istruzione.it. Dopo il conseguimento della qualifica professionale (ed entro il compimento del 25° anno di età) é possibile frequentare il quarto anno per ottenere la specializzazione in Tecnico delle Produzioni Alimentari. Le iscrizioni per i ragazzi che non stanno frequentando la terza media saranno aperte presso la segreteria di Corso G. Pella 10, fino a esaurimento dei posti disponibili. Per ogni ulteriore informazione visitare la pagina

A Vercelli torna NataLeone

Anche quest’anno torna NataLeone, il calendario di eventi natalizi che il Museo Leone di Vercelli dedica a tutti, bambini e adulti, per trascorrere insieme le festività. Anche per l’edizione 2019 della rassegna si andrà alla scoperta di curiosità e meraviglie tra storia, arte e archeologia. Ma soprattutto, come tradizione, sarà un Natale all’insegna della solidarietà. Anche per quest’anno, infatti, la slitta di NataLeone è partita con il giusto anticipo: già dalla scorsa domenica 8 Dicembre, sia al Museo Leone sia al Mac – Museo Archeologico della Città di Vercelli, ha avuto inizio la missione solidale, che, per il sesto anno consecutivo, si svolgerà in collaborazione con i Gruppi di Volontariato Vincenziano della Città di Vercelli a favore dei quali, nel cortile di Casa Alciati, sede del Museo Leone, e all’ingresso del Museo Archeologico in Corso Libertà 300 – via Farini 5, sarà possibile consegnare giocattoli, purché in buono stato di conservazione, abiti per bambini (0 – 12 anni) nuovi o usati, ma comunque necessariamente anch’essi in buono stato, e soprattutto, se disponibile, biancheria domestica (lenzuola, coperte, strofinacci da cucina, tovaglie da tavolo). Il tutto andrà a soddisfare la richiesta di chi, come l’opera vincenziana ed i suoi volontari, sono quotidianamente impegnati nell’aiuto e nel conforto dei più bisognosi. Per tutti coloro che si presenteranno per la consegna l’ingresso in museo sarà per l’occasione gratuito. La raccolta proseguirà fino al 5 gennaio 2020, data di chiusura degli eventi NataLeone. Eventi NataLeone che avranno inizio domenica 15 dicembre alle ore 17.30 presso il Corridoio delle Cinquecentine del Museo Leone con la prima delle due conferenze – aperitivo che quest’anno sarà tenuta dal professor Andrea Spiriti, Ordinario di Storia dell’Arte presso l’Università degli Studi dell’Insubria che parlerà di “Il Classicismo a Vercelli nel primo Cinqucento”, un vero e proprio viaggio storico e artistico tra le meravigliose dimore nobiliari cinquecentesche di Vercelli e i capolavori che le decorano: dalla Casa Alciati del Museo Leone fino a Palazzo Centoris, passando per Palazzo Verga e il suo elegante studiolo affrescato ma ai più sconosciuto. Finale dedicato ad un brindisi per gli auguri natalizi che saranno accompagnati dal Risotto offerto da “Gli Aironi –Risi & co” di Lignana e cucinato dallo Chef Massimiliano Massara del Ristorante Interno3 di Vercelli. Uno speciale appuntamento è invece fissato al Mac – Museo Archeologico della Città di Vercelli per lunedì 23 dicembre dalle ore 9 alle ore 12, con “Una Mattina al MAC”, attività per bambini e ragazzi tra i 6 e i 12 anni pensate per le giornate di vacanza da scuola, allo scopo di trasformarle in un momento per divertirsi imparando qualche curiosità attraverso laboratori, sperimentazioni, rievocazioni e giochi. Per l’occasione si andrà alla scoperta dei Saturnalia: la festa che si celebrava dal 17 al 23 dicembre sotto la protezione di Saturno, ovvero il Dio della Felicità, quando i Romani si riunivano per festeggiare, lasciando da parte i lavori quotidiani, per dedicarsi esclusivamente all’ozio e al divertimento. I giovani partecipanti, dopo un divertente gioco tra le sale del museo e una merenda natalizia tutti insieme, realizzeranno antiche decorazioni, gli OSCILLA romani, da appendere all’albero di Natale. Domenica 5 Gennaio, alla riapertura del Museo dopo la pausa natalizia (che andrà dal 23 dicembre al 4 gennaio), NataLeone avrà il suo epilogo quando alle 17.30 la dott.ssa Silvia Muzzin – Cultore di Storia dell’Arte Medievale presso l’Università del Piemonte Orientale e consulente dell’Arcidiocesi di Milano per l’Ufficio Beni Culturali – spiegherà, attraverso la conferenza “Alle Origini del Gotico Vercellese. Prima di Guala e di Sant’Andrea”, come in realtà il medioevo vercellese vivesse del dualismo non solo artistico, ma anche politico, delle due cattedrali cittadine. Al termine della conferenza, anche questa volta, piccolo aperitivo del territorio per accogliere insieme l’Anno nuovo.