Publycom

Questo utente non ha condiviso alcuna informazione biografica


Post di Publycom

Prenotare la Sala Convegni di Lilt Biella: un aiuto concreto alla lotta contro il cancro

La Sala Convegni di Spazio Lilt Biella

LILT Biella da sempre ha considerato fondamentale la formazione in ambito oncologico; per questo il nuovo Centro è dotato di una capiente sala convegni, adatta ad ospitare relatori e uditori di varie categorie di persone (professionisti e non). Un ideale punto di riferimento per meeting, congressi e conferenze stampa.
La Sala Convegni di SPAZIO LILT è situata al piano terra, è accessibile anche ai disabili ed è dotata di una postazione con microfoni e accesso multimediale nella quale possono prendere posto contemporaneamente sei relatori. Nella sala vi sono 60 posti a sedere , videoproiettore e sistema audio. Possibilità di videoconferenze a distanza.
Grazie ad un sistema a sospensione la Sala Convegni di SPAZIO LILT può anche fungere da set ideale per mostre fotografiche ed artistiche. Infatti, grazie ad un apposito sistema espositivo, la Sala Convegni consente un facile allestimento.
Per maggiori informazioni e prenotazioni della Sala Convegni di SPAZIO LILT è possibile contattare lo 015.83.52.111 dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 18.00, oppure scrivere a info@liltbiella.it

“Ricordi senza nome” dal 19 Gennaio al Museo Leone di Vercelli

Il Museo Leone di Vercelli, oltre a conservare le ricche collezioni del notaio Leone, custodisce anche le opere e le raccolte dell’Istituto di Belle Arti, tra le quali spicca per interesse un vasto archivio fotografico. Ne fanno parte molte immagini, risalenti a un periodo che va dalla fine dell’Ottocento alla prima metà del Novecento, molte delle quali ancora conservate sulle originarie lastre di vetro o sulle prime, antiche pellicole. Negli ultimi mesi, grazie anche alla perizia e alla disponibilità dello storico fotografo vercellese Pier Luigi Fiorini, si è provveduto alla loro digitalizzazione, che ha permesso di fare riemergere volti, paesaggi, monumenti e città, molti dei quali difficili da riconoscere. Per questo il Museo Leone ha deciso di chiedere aiuto ai Vercellesi che potranno osservare le fotografie in Casa Alciati, in una esposizione dal titolo “Ricordi senza nome: fotografie ritrovate dall’Archivio dell’Istituto di Belle Arti”. I visitatori saranno invitati a fare un viaggio nella loro memoria o più semplicemente a segnalare le loro impressioni sulle fotografie, annotando su un’apposita cartolina consegnata all’ingresso, i nomi delle persone ritratte, i luoghi o gli eventi fissati nelle immagini ed eventualmente riconosciuti. L’esposizione fotografica, che rientra nel Progetto Dedalo – Percorsi della Meraviglia e dello Stupore, aprirà sabato 19 gennaio presso la Sala d’Ercole di casa Alciati e sarà gratuitamente visitabile nei giorni di apertura del Museo Leone (dal martedì al venerdì dalle 15 alle 17,30, il sabato e la domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18).
Le fotografie esposte, in quanto riproduzioni, saranno acquistabili.
Il Museo Leone partecipa al progetto Dedalo, un tavolo di lavoro collaborativo il cui ente capofila è l’ASL di Vercelli, attorno al quale si progettano attività e iniziative a favore della salute. Ma soprattutto Dedalo è un progetto che propone ai cittadini vercellesi iniziative per aiutarli ad occuparsi della propria salute attraverso la corretta alimentazione, il muoversi insieme, la scoperta del territorio e la cultura, perché è importante non dimenticare di allenare anche la mente.

Nuovi corsi in partenza nel secondo quadrimestre di Unipop Vercelli

A voi la scelta! C’è ancora tempo per iscriversi ai corsi in partenza nel secondo quadrimestre. L’Università Popolare di Vercelli, infatti, si appresta a rilanciare la sua ricca gamma di proposte contenute nella guida dalla copertina arancione. E mentre la segreteria si occupa di definire le classi, si ufficializzano i corsi pronti al decollo ovvero:
* Lingua Russa 1° livello, in scaletta da mercoledì 16 gennaio dalle 20 alle 22
* Giappone 1° livello, da martedì 22 gennaio dalle 18.30 alle 20.30
* Latino 1° liv. da mercoledì 23 gennaio dalle 20 alle 22.
Ma le novità non finiscono qui. Prosegue a gonfie vele l’attività della Scuola di Fotografia che, dopo aver avviato i corsisti sulle orme dello studio dell’immagine, ora vivacizza il percorso accademico con la Fotografia di Architettura, di cui è titolare Davide Vella, la Street Photography di Giampiero Marchiori, il Lightroom e fotoritocco del direttore della Scuola Marco Barnabino e l’originalissimo Fotografare i piatti dello chef.
Insomma in Unipop è il momento della scelta. Per informazioni, lo sportello è aperto i martedì e i mercoledì dalle 17 alle 19 e i giovedì dalle 10 alle 12. L’Unipop è contattabile via telefono al numero 0161/56285 e via email al nuovo indirizzo universitapopolare.vc@gmail.com.