Vita attiva. Elisir di lunga vita. E’ questo lo slogan che quest’anno ha accompagnato la Giornata Mondiale dell’Attività Fisica (il 6 Aprile di ogni anno), una giornata che ha promosso il movimento come fattore protettivo per la salute e mezzo per una vita lunga e in salute. Nel 2002 l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) scelse l’attività fisica come tema per la Giornata Mondiale per la Salute e invitò gli Stati membri a dedicare annualmente una giornata alla promozione dell’attività fisica – Move for Health – in quanto fattore protettivo per la salute. Quali le principali raccomandazioni? I livelli di attività fisica sono differenti in base all’età: dai 5 ai 17 anni: 60 minuti al giorno di attività aerobica moderata; 2-3 volte a settimana includere nei 60 minuti anche esercizi per migliorare la forza muscolare e l’elasticità – dai 18 ai 64 anni: 150 minuti settimanali di attività fisica moderata o 75 minuti di attività fisica vigorosa; esercizi per rafforzare i gruppi muscolari maggiori almeno 2 volte a settimana. Ovviamente la sedentarietà va ridotta al minimo e vengono incentivati l’utilizzo delle scale, andare a fare la spesa a piedi e posteggiare la macchina lontano da casa o dal lavoro per muoversi un po’. “LILT Biella punta molto sul movimento come pure su un insieme di stili di vita salutari -afferma Mauro Valentini, Presidente di LILT Biella- La prevenzione è ancor oggi l’arma migliore per combattere il cancro e per prevenire molte malattie croniche che, con l’aumentare dell’età, incidono in modo significativo sull’insorgenza di disabilità e sulla qualità della vita. L’attenzione di LILT Biella alla prevenzione è sempre stata a 360 gradi e, grazie alle potenzialità del Centro oncologico Spazio LILT, stiamo incentivando le aree deputate a movimento e attività fisica, sia come prevenzione sia come riabilitazione.”