Da domenica 24 maggio il Museo Leone di Vercelli riapre. Riprende con i suoi orari consueti dal martedì al venerdì dalle 15 alle 17.30 e il sabato e la domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18. Nel massimo della sicurezza e del rispetto delle disposizioni emanate a seguito dell’emergenza sanitaria, il Museo si potrà visitare liberamente, anche se i flussi saranno contingentati ed è pertanto gradita la prenotazione. L’ingresso sarà consentito indossando la mascherina e nel rispetto delle distanze di sicurezza; il personale del Museo sarà comunque a disposizione per rendere confortevole e sicura la visita e fornire tutte le indicazioni necessarie. Predisposti anche ingresso e uscita separati in caso di necessità, ed erogatori a colonna per l’igiene delle mani. Il Museo Leone mette a disposizione dei visitatori sia gli ampi spazi scenografici delle sue sale sia gli adiacenti spazi aperti, che, con l’arrivo della stagione estiva si prestano ad essere confortevoli e sicure aree di sosta: il chiostro porticato di Casa Alciati, all’ingresso del Museo e i cortili della Fontana e di Palazzo Langosco. Inoltre procede il lavoro per il nuovo allestimento del Corridoio delle Cinquecentine con la mostra “Strade pellegrini e luoghi sacri dall’antichità al contemporaneo”, già programmata per l’inizio della primavera e poi rinviata a causa della chiusura: nel mese di giugno sarà pronta, e seppur senza vernice ufficiale, sarà a disposizione di tutti i visitatori all’interno del percorso museale. Così come, sempre per giugno, è in preparazione uno speciale “menu alla carta” fatto di visite guidate per gruppi ridotti e famiglie che saranno tenute, su prenotazione sempre nel rispetto delle norme di sicurezza, dal Conservatore Luca Brusotto e da Riccardi Rossi. Maggiori info su www.museoleone.it