Domenica 12 gennaio alle 16.30 al Teatro Sociale Villani di Biella si riapre il sipario di “Famiglie a teatro” per il quarto appuntamento della rassegna promossa e sostenuta dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Biella e curata da Fondazione onlus Teatro ragazzi e giovani e Opificiodellarte in collaborazione con Regione Piemonte, Città di Biella, Il Contato del Canavese, Fondazione Piemonte dal vivo, Ministero per i beni e le attività culturali: va in scena “Di segno in segno“. Tutto inizia da una finestra che si apre per la prima volta di notte. E’ il pretesto per cercare di gettare uno sguardo sul mondo. Con infinite domande per cercare di capire, di “spiegare” questo mondo fin dalla sua nascita, da quando era piccolo “tanto da stare in una mano”. Si spiega il perché del giorno, della notte, delle stelle, del cielo, dell’acqua, dell’aria, della terra… e diventa quasi una fiaba da raccontare, una storia che sa mescolare il “fantastico” col reale. Una lavagna luminosa aiuta l’attrice a raccontare questi grandi “eventi”. Sullo schermo/fondale si formano linee, segni, disegni, immagini che sono di aiuto al racconto creando un viaggio a tratti poetico. Testo e regia di Vania Pucci con Vania Pucci e Adriana Zamboni. L’ingresso è gratuito. Nell’ambito di “Famiglie a teatro” è stata inoltre organizzata una raccolta fondi a favore della Fondazione Edo ed Elvo Tempia: durante le rappresentazioni teatrali sarà possibile acquistare sciarpe realizzate nei laboratori di GenomicArt della Fondazione Tempia e il ricavato sarà utilizzato per i piccoli pazienti oncologici. GenomicArt è un percorso di arte e scienza promosso anche in alcune Scuole Medie biellesi, dove gli studenti hanno dipinto immagini scientifiche provenienti dal laboratorio insieme alle loro insegnanti. Le immagini digitali di queste piccole opere sono state utilizzate per realizzare gadgets a sostegno dei progetti della Fondazione Edo ed Elvo Tempia. Alcune sono state scelte e reinterpretate per la creazione di collezioni in edizioni limitate, interamente Made in Biella, a sostegno della ricerca oncologica.