Domenica 12 maggio alle 17,30 presso la sala d’Ercole del Museo Leone terzo e ultimo appuntamento con “Intorno a Guala”, un breve ciclo di lezioni pensate per fare luce su personaggi e avvenimenti che, per varie ragioni, hanno intrecciato la loro storia con quella del cardinale vercellese, in occasione delle celebrazioni per gli 800 anni dell’abbazia di Sant’Andrea di Vercelli e della mostra LA MAGNA CHARTA. GUALA BICCHIERI E IL SUO LASCITO. La lezione, che sarà curata a due voci da Luca Brusotto e Riccardo Rossi, avrà per titolo Innocenzo III e il giovane Federico II: la Magna Charta tra papato e impero e ci porterà alla scoperta di due personaggi chiave della storia europea degli inizi del 1200. Due uomini dalle biografie eccezionali le cui gesta e le cui mire politiche si intrecciano anche con le vicende legate al famoso documento in mostra a Vercelli.  Il costo della lezione è di 5 euro. Prenotazione consigliata ma non necessaria allo 0161.253204 o 348.3272584.

Al Museo Leone prosegue inoltre fino al 9 giugno la mostra Sant’Andrea di Vercelli nei disegni di Carlo Emanuele e Edoardo Arborio Mella e il cofanetto di Guala Bicchieri, anch’essa appositamente preparata per gli 800 anni dell’abbazia di Sant’Andrea, celebrati attraverso l’esposizione di 29 tavole acquerellate raffiguranti la basilica e opera del conte Carlo Emanuele Arborio Mella e del figlio Edoardo che le realizzarono in occasione dei lavori di restauro. Assieme ai disegni, la mostra, mira alla valorizzazione di un’opera permanentemente esposta in Museo: il cofanetto con medaglioni smaltati di manifattura limosina parte del tesoro che il cardinale Guala Bicchieri donò all’abate di Sant’Andrea Tommaso Gallo nel 1224 e che Camillo Leone acquistò poi sul mercato antiquario nel 1883. Il prezioso scrigno è l’unico oggetto appartenuto al cardinale ancora presente a Vercelli. Per info si può consultare www.museoleone.it o la pagina facebook del Museo Leone oppure scrivendo a: info@museoleone.it